GetUSB.info Logo

Nexcopy offre un’unità flash USB conforme HIPAA

Unità flash USB conforme a HIPAA

Lake Forest, CA – 18 ottobre 2022 – Nexcopy Inc., produttore leader di soluzioni di memoria flash avanzate, presenta Secure Disk, un’unità flash USB conforme HIPAA che offre un livello di sicurezza senza pari per le cartelle cliniche personali.

Con l’unità flash Secure Disk di Nexcopy, le cartelle cliniche sono nascoste e archiviate in una partizione sicura all’interno dell’unità flash conforme HIPAA. Non è possibile accedere alla cartella clinica (oa qualsiasi cartella) a meno che non sia stata inserita correttamente una password definita dall’utente.

Questo prodotto è una soluzione hardware USB in cui il controller USB sull’unità flash stessa autentica la password inserita prima che la partizione nascosta diventi disponibile. Questa soluzione non è una soluzione di crittografia basata su software in cui è possibile utilizzare qualsiasi unità USB. Questa è una soluzione hardware e richiede un’unità flash Nexcopy Secure Disk.

L’unità flash USB conforme a HIPAA funziona in Microsoft Windows (Win 7+). I computer Apple e Linux non possono accedere alla partizione nascosta, ma è una funzionalità disponibile nel prossimo futuro.

La partizione nascosta viene abilitata automaticamente una volta che l’USB viene disconnesso dal computer, il che significa che è impossibile per un Utente lasciare accidentalmente la partizione nascosta aperta e accessibile. In alternativa, l’Utente può disconnettersi dal Secure Disk mentre il dispositivo è ancora connesso al computer host.

Greg Morris, Presidente di Nexcopy commenta: “L’Health Insurance Portability and Accountability Act è il processo in cui le aziende mediche che forniscono cartelle cliniche dei pazienti sono tenute a proteggere e proteggere le informazioni di quel paziente. Nexcopy ha esaminato questo mercato verticale e ha trovato una soluzione a un prezzo esorbitante; per questo motivo Nexcopy ha preso le misure necessarie per creare un’unità flash economica e conforme allo standard HIPAA.”

Morris continua: “Sebbene la maggior parte degli operatori sanitari fornisca un portale Web in linea per consentire ai pazienti di accedere alle loro cartelle cliniche, è altrettanto importante offrire una soluzione offline. Ad esempio, quando l’uragano Ian ha colpito la Florida, l’on-line l’accesso in linea alle cartelle cliniche era inesistente per le persone nelle aree colpite: le persone potrebbero aver avuto bisogno di un accesso offline alle cartelle cliniche per comunicare con gli operatori sanitari”.

Nexcopy offre l’unità flash USB conforme HIPAA alle aziende sanitarie che forniscono informazioni PHI ai propri clienti.

La pagina del prodotto Secure Disk fornisce un video completo su come funziona l’unità flash, inclusi il processo di accesso dell’utente e la partizione nascosta, che è la posizione in cui le cartelle cliniche personali, o qualsiasi altra documentazione, sono archiviate in modo sicuro.

Il supporto flash Nexcopy Secure Disk è disponibile con tecnologia USB 2.0 e USB 3.0 e ha una capacità compresa tra 2 GB e 128 GB. Nexcopy offre sei stili di carrozzeria per il supporto Secure Disk con un’ampia gamma di colori di carrozzeria disponibili per ogni modello, tutti disponibili per il branding personalizzato.

Disponibilità:

Supporti Secure Disk USB 2.0 e USB 3.0 disponibili per la consegna immediata. Si prega di contattare Nexcopy o uno dei suoi rivenditori autorizzati per ulteriori informazioni sui dettagli sui prodotti e sui prezzi.

Leggi Tutto

Cos’è la modalità con restrizioni USB in macOS Ventura

Modalità con restrizioni USB in macOS Ventura

A partire da macOS Ventura, un nuovo livello di protezione offre una certa rassicurazione all’IT aziendale contro gli attacchi causati da dispositivi USB.

I computer Mac che utilizzano il nuovo silicio Apple richiederanno che gli accessori USB e Thunderbolt siano approvati dall’utente prima che l’accessorio possa comunicare con macOS.

Quando un nuovo dispositivo USB o Thunderbolt viene collegato a un Mac, all’utente verrà chiesto di approvare la connessione. L’utente finale deve sbloccare un Mac bloccato prima che il computer riconosca l’accessorio. Questo fa uso della restrizione allowUSBRestrictedMode, che è una novità per il Mac. Quando il tuo Mac è bloccato per più di un’ora, la protezione si attiva.

Non si applica ad adattatori di alimentazione, display o connessioni a un hub approvato, secondo Apple, e i dispositivi continueranno a caricarsi anche se selezioni Non consentire l’uso di un accessorio connesso. L’energia scorre, ma i dati no, secondo la teoria.

Dove funziona la modalità con restrizioni USB?

  • Sui Mac Apple Silicon, la protezione è abilitata per impostazione predefinita.
  • La protezione abilitata è Richiedere Nuovi Accessori; altre opzioni includono:
  • — Ogni volta, informarsi.
  • — Quando sbloccato, questo avviene automaticamente.
  • — Sempre.
  • La richiesta di nuovi accessori è il minimo indispensabile per la sicurezza, anche se le aziende altamente sicure vorranno richiedere l’autorizzazione ogni volta.
  • Puoi disabilitare / abilitare l’impostazione andando su: Impostazioni di sistema>Sicurezza e privacy>Sicurezza
  • La configurazione di un controllo interruttore di accessibilità configura il criterio per consentire l’uso degli accessori in qualsiasi momento.
  • Per un massimo di tre giorni, i dispositivi approvati possono connettersi a un Mac bloccato.

Questa è una nuova impostazione e configurazione di sicurezza che Apple intende introdurre da Ventura in poi. Altri articoli relativi a computer USB e Mac.

Leggi Tutto

Rendi l’unità flash USB avviabile in qualsiasi cosa

Unità flash USB, avviabile, in qualsiasi cosa

Facendo alcune ricerche sul motivo per cui alcuni computer HP non si avviano da un’unità flash USB, mi sono imbattuto in Ventoy.

Ventoy è uno strumento software per creare un’unità flash USB avviabile in qualsiasi cosa e supporta i file di immagine più comuni.

Abbiamo provato Ventoy per rendere avviabile un’unità flash USB e funziona come un campione. In effetti, il software è così facile da usare che vale la pena commentare un post precedente che abbiamo fatto. Tempo fa abbiamo parlato di come controlla se la tua unità flash USB è avviabile e, ad essere onesti, piuttosto che dedicare tempo e lavoro per leggere l’articolo e fare il passi, il tuo tempo è meglio utilizzato per eseguire il flashing dell’unità con Ventoy. Il risultato è un’unità flash USB avviabile per qualsiasi dispositivo.

Ventoy è uno strumento open source per la creazione di unità flash avviabili quando si utilizzano file di immagine come file ISO, IMG, WIM, VHD ed EFI. Il team del progetto ha testato oltre 900 file immagine che sono stati testati con successo su oltre il 90% dei pacchetti di distribuzione.

Ciò che ci piace di questa soluzione non è la necessità di eseguire il flashing dell’unità con il codice di avvio utilizzando il CD-ROM sorgente come in tanti tutorial disponibili (almeno per Windows) perché lo strumento Ventoy crea una seconda partizione che contiene tutto il codice di avvio e l’utilità Ventoy esegue il flashing di quella partizione con il codice di avvio necessario. Puoi vedere dalla schermata Gestione disco in basso che ora ci sono due partizioni sull’unità flash testata.

unità flash USB, avviabile, gestione disco, ventoy

Puoi dire che ci sono stati molti aggiornamenti di Ventoy e ciò che è (anche) molto bello del loro strumento software è la visualizzazione della versione di Ventoy sul tuo dispositivo. Bella funzionalità per fare riferimento se il tuo dispositivo è aggiornato o necessita di un aggiornamento. Il processo di aggiornamento è veloce quanto la creazione originale del dispositivo di avvio.

usb avviabile in qualsiasi cosa, schermata del software ventoy

Considerato quanto sopra, è ovvio che è più facile che mai rendere avviabile un’unità flash USB in qualsiasi cosa senza dover ripetere il lavoro. Questo software elimina la necessità di ricreare un’immagine avviabile su USB e di eseguirne il flashing più e più volte. Aggiorna semplicemente il contenuto del file immagine, non il codice del cinturino di avvio.

L’unica cosa anche leggermente fastidiosa, che è abbastanza facile da correggere è il nome del volume per la partizione primaria predefinito su “Ventoy” Sarebbe bello se una funzione di modifica fosse nel software per personalizzarla senza il passaggio aggiuntivo di rinominare il volume dopo il fatto.

nome volume USB, ventoy, per unità flash avviabile

Ecco un elenco di funzionalità copiate dal sito web. Il progetto è open source e ti suggeriamo di fare una donazione se di fatto utilizzi il codice. È giusto, vero!

Leggi Tutto

Alimentazione Apple TV Scatola Senza Presa

power Apple TV box senza presa

Da Mission, un’azienda che migliora un po’ i tuoi accessori preferiti, introduce una soluzione di alimentazione per alimentare il tuo box Apple TV senza bisogno di una presa CA.

Offrendo questa soluzione, è necessaria una presa di corrente in meno per far funzionare il tuo box Apple TV.

Perfetto per TV a parete con una sola presa dietro/vicino alla TV. Riordina i cavi attorno alla TV con l’accessorio Mission.

Come funziona?

Tra la connessione al tuo box Apple TV e una porta USB del tuo TV si trova un piccolo box elettrico. Questa scatola ha una batteria agli ioni di litio e un PCB personalizzato che memorizza extra alimentazione dalla presa USB della TV e buffer che alimentano la batteria al litio. Quindi una corrente leggermente più forte viene inviata al tuo box Apple TV per alimentarlo correttamente.

Come funziona, alimenta Apple TV box senza presa

Questo prodotto Mission è compatibile con tutte le versioni del box Apple TV.

  • Potente batteria // Batteria da 7,2 V / 2000 mAh
  • Capacità di potenza in uscita elevata // Funziona con video 4K HDR
  • Dimensioni del prodotto // 4 piedi/121 cm di lunghezza totale del cavo, 7,9 once
  • Compatibilità // Compatibile con tutte le generazioni di Apple TV

Domande frequenti

D. La batteria interna si scarica mai completamente e interrompe le prestazioni del cavo USB?

A. No, il cavo è progettato per avere sempre una potenza sufficiente, anche dopo molte ore di uso continuo.

D. Nella confezione è incluso un supporto per Apple TV?

A. No, per la configurazione più semplice consigliamo l’acquisto di un supporto per Apple TV. Ciò consentirà di installare facilmente l’Apple TV e il cavo di alimentazione USB Mission sul retro del televisore, riducendo al minimo l’ingombro attorno al televisore.

D. Qual è la tensione di uscita del cavo?

A. 120V

D. Qual è la lunghezza totale del cavo?

A. 4 piedi o 121 centimetri.

Mission fornisce lo stesso tipo di soluzione anche per il prodotto Chromecast e Amazon Fire Stick.

Fonte: sito in inglese per: Alimenta Apple TV Box senza presa

Leggi Tutto

Perché devo espellere la mia chiavetta USB?

Perché devo espellere la mia chiavetta USB

Devo espellere la mia chiavetta USB?

La risposta breve: No.

La risposta tecnica: Sì.

Se la risposta tecnica è sì, perché devo espellere la mia unità flash USB?

La differenza si riduce al tipo di file system utilizzato. Se l’USB è FAT, FAT32 o exFAT, NON è necessario espellere l’unità flash USB prima di estrarla dal computer.

Se l’unità USB è NTFS, allora sì, espelli l’unità flash prima di estrarla dal computer.

Allora perché espellere quando l’unità flash USB è formattata come NTFS?

NTFS (New Technology File System) è un file system di journaling sistema.

Un file system di journaling è quello che tiene traccia delle modifiche che non sono state ancora salvate nella parte principale del file system registrando l’obiettivo di tali modifiche in una struttura di dati nota come “journal”, che in genere è un registro circolare. In caso di arresto anomalo del sistema o interruzione dell’alimentazione, tali file system possono essere ripristinati più rapidamente e con un minor rischio di danneggiamento.

A seconda di come viene implementato, un file system di journaling può tenere traccia solo dei metadati archiviati, con conseguente miglioramento delle prestazioni a scapito di un aumento del rischio di danneggiamento dei dati. Un file system di journaling, d’altra parte, può tenere traccia sia dei dati archiviati che dei relativi metadati, con alcune implementazioni che consentono un comportamento selezionabile dall’utente a questo proposito.

Con un’unità flash formattata NTFS è molto probabile che ci siano voci di diario in corso in background di cui l’utente non è lontano, quindi se l’unità viene estratta inaspettatamente dal computer, l’azione fisica potrebbe danneggiare i dati sul guidare.

Perché le persone formattano le unità flash come NTFS?

Due motivi comuni per cui le persone formattano (erroneamente) un’unità flash come NTFS includono:

  1. L’utente desidera sfruttare le impostazioni di sicurezza offerte da NTFS
  2. L’utente ha file singoli di grandi dimensioni e non sa che exFAT risolve lo stesso problema

NTFS consente a un amministratore di assegnare privilegi’ a file e cartelle e quelle impostazioni di sicurezza rimarranno per detti file sull’unità flash formattata NTFS. Questo è probabilmente l’UNICO motivo legittimo per cui un’unità flash dovrebbe essere formattata come NTFS.

FAT e FAT32 hanno un limite di file singolo di 4 GB, quindi qualsiasi singolo file di dimensioni superiori a 4 GB non verrà copiato su un’unità flash FAT o FAT32. Per aggirare questo problema, gli utenti formatteranno l’unità come NTFS. Scelgono NTFS perché è lo stesso file system del loro computer host … e poiché funziona lì … potrebbero anche formattare l’unità flash allo stesso modo. Tuttavia, ciò che gli utenti non capiscono è che exFAT risolve lo stesso problema fornendo allo stesso tempo un file system più stabile, che non è un file system di journaling, in modo che un’unità flash possa essere estratta senza espellerla.

Buone notizie: strumento software di espulsione USB gratuito

GetUSB.info ne ha parlato in precedenza; Espelli l’unità flash USB in modo sicuro, download gratuito. Il software può essere scaricato gratuitamente, distribuito gratuitamente e integrato in altri programmi.

Leggi Tutto

Capacità di archiviazione digitale nel 1956, ora nel 2022 e futura nel 2087

Capacità di archiviazione digitale nel 1956, ora nel 2022 e futura 2087

IBM ha introdotto il primo sistema di storage commerciale al mondo, il 305 RAMAC. nel 1956. Un disco magnetico veniva utilizzato per memorizzare i dati ed era destinato a un sistema di archiviazione secondario. RAMAC sta per Random Access Method of Accounting and Control ed è stato progettato per le esigenze di contabilità nel mondo reale negli affari. Il primo cliente è stata la US Navy.

Questa dimensione fisica del 305 era 6′ di larghezza per 5′ di profondità (piedi). La capacità di archiviazione totale era di 4,4 MB (megabyte). Il peso di questo sistema di archiviazione era di poco più di una tonnellata (fonte).

Oggi (2022) possiamo vedere una 1 TB (terabyte) di spazio di archiviazione in una scheda microSD (scheda TF) dalle dimensioni ridotte di 15 mm x 11 mm e il peso è inferiore a un grammo.

Il grande punto di forza di IBM nel 1956 era la capacità del 305 di memorizzare l’equivalente di 64.000 schede perforate sui suoi dischi magnetici. Le auto perforatrici sono pezzi di carta rigidi che contengono dati digitali rappresentati dalla presenza [o assenza] di fori in posizioni predefinite sulla scheda.

Il sistema disco IBM 350 potrebbe memorizzare 5 milioni di caratteri alfanumerici come sei bit di dati, un bit di parità e un bit di spazio, per un totale di otto bit per carattere. Aveva cinquanta dischi con un diametro di 24 pollici. Sotto il servocontrollo, due bracci di accesso indipendenti si spostavano su e giù per selezionare un disco e dentro e fuori per selezionare una traccia di registrazione.

In confronto, la scheda microSD da 1 TB di oggi conterrà circa 6,5 ??milioni di documenti e, detto in altro modo, 6,5 milioni di documenti bit in circa 1.300 schedari. Il tempo di ricerca per trovare un singolo file è di circa

Nel 1957, IBM avrebbe noleggiato il RAMAC 305 per circa $ 3.200 al mese (circa $ 33.000 nel 2022). Sono stati prodotti oltre mille 305 sistemi prima della cessazione della produzione nel 1961.

Archiviazione digitale nel futuro

Se consideriamo la legge di Moore, che è la capacità di stoccaggio e la tecnologia in generale raddoppierà ogni 18 mesi, possiamo calcolare 43 cicli della legge di Moore tra oggi e 65 anni nel futuro. Facendo alcuni calcoli avanzati, calcoliamo che la capacità di archiviazione di una scheda microSD, se ancora disponibile, nel 2087 sarà di 18.446.744.073.709.600.000.000.000 di TB di dati.

Leggi Tutto

TeamViewer Alternative – Ed è gratuito – Quick Assist di Microsoft

TeamViewer è una delle applicazioni più popolari per condividere gli schermi dei computer con altre persone. Tuttavia TeamViewer è molto costoso. Esiste un’alternativa a TeamViewer? Sì, c’è… ed è gratuita al 100%.

Un giorno abbiamo trovato un’alternativa a TeamViewer perché, come azienda, dovevamo fornire supporto tecnico a un computer Windows remoto. TeamViewer è molto chiaro sul fatto che il loro software utilizzato in un’azienda dovrebbe avere una licenza commerciale.

Dalla schermata qui sotto, puoi vedere che una singola licenza costa $ 34,90 al mese. Quello che TeamViewer non ti dice… fino a metà del processo di acquisto… è che un abbonamento annuale è la tua unica opzione. Uffa. Questo ora mette il costo di TeamViewer a $ 418,80 per un solo anno. Più licenze richiedono un impegno finanziario maggiore.

teamviewer è costoso, alternativa gratuita

Siamo immediatamente passati alla modalità alternativa di TeamViewer.

In alternativa, abbiamo trovato Quick Assist di Microsoft.

Quick Assist è gratuito al 100% e offerto da Microsoft che consente agli utenti di condividere lo schermo del proprio computer e dare il controllo totale e gratuito all’altro. Non c’è limite di tempo per una sessione di condivisione e non c’è limite al numero di volte in cui puoi utilizzare lo strumento, o nessun limite per chi lo usi.

Devi scaricare l’utilità gratuita da Microsoft App Store e il processo è estremamente semplice. Digita “assistenza rapida” nella barra di ricerca e Windows fornirà un collegamento per il download.

Quick Assist è un'alternativa a TeamViewer, scarica screenshot

Dopo il download, l’app Quick Assist è pronta per l’uso.

Avviando l’app puoi inserire un codice da un assistente che ti sta aiutando da remoto oppure puoi selezionare l’opzione per assistere qualcun altro. Vedi l’immagine qui sotto.

Per assistere un’altra persona avrai bisogno di un account Microsoft e, se non ne hai uno, Quick Assist ti guiderà attraverso il processo in un paio di passaggi.

Se stai ricevendo aiuto da qualcuno, non è necessario un account Microsoft.

Di seguito sono riportate un paio di schermate per la connessione tra un “assistente” e colui che riceve l’aiuto.

Leggi Tutto

Come fare per: creare un collegamento a un sito Web su un’unità USB

Questo articolo ti mostrerà come creare un collegamento a un sito Web che funzioni da un’unità flash. L’articolo include le istruzioni, un video sulle istruzioni e un file modello che è possibile scaricare e modificare per uso personale.

Il motivo di questo argomento sulla creazione di un collegamento a un sito Web su un’unità flash è dovuto al fatto che il trascinamento del collegamento sul desktop su un’unità flash non funziona.

Il collegamento su un desktop è un percorso relativo del computer al sito Web. Ciò significa che il collegamento non viene trasferito bene su un’unità flash per l’uso da parte di altri. Piuttosto che una scorciatoia funzionante, la scorciatoia si disattiva o ti porta a una pagina generica all’interno del browser.

Creare una scorciatoia che funzioni su un’unità flash USB è molto semplice. Tipo, pazzesco.

  • Apri Blocco note (digita Blocco note nella ricerca e fai clic su Invio)
  • Digita: [Scorciatoia Internet]
  • Digita la pagina di destinazione del sito web: URL=https://www.getusb.info
  • Ora Salva con nome il file sull’unità flash USB con estensione .URL.

Ora hai creato con successo un collegamento a un sito Web sulla tua unità flash USB.

Questo collegamento può essere utilizzato su qualsiasi unità flash, disco rigido o posizione desktop. Il collegamento è davvero un file universale che funzionerà da qualsiasi posizione.

Ecco il file di testo< /a> che puoi utilizzare come modello se le istruzioni di cui sopra sono troppo complicate o semplicemente non vuoi eseguire i passaggi.

Ecco il video: Procedura: creare un collegamento a un sito Web su un’unità USB

Leggi Tutto

Etichetta per unità flash – Per professionisti e aziende

Le etichette adesive non sono una soluzione professionale per etichettare le unità flash. Oggi esaminiamo un’alternativa per etichettare un’unità flash adatta alle esigenze di un’azienda e/o di un professionista.

C’è una chiara differenza tra l’etichettatura dell’unità flash a causa dell’uso personale e la necessità di etichettare un’unità flash venduta, spedita o spedita a un cliente pagante.

Un metodo comune per etichettare un’unità flash è con un’etichetta adesiva applicata all’esterno dell’unità flash o un’etichetta di merce in carta con alcune note sul contenuto appese al cordino. Sebbene sia un buon metodo per un’unità flash personale, non il tag etichetta dell’unità flash più professionale o durevole quando viene venduto come prodotto commerciale.

È un requisito comune da parte di un’azienda includere più informazioni sul contenuto di un’unità flash rispetto a quelle consentite dallo spazio di un’etichetta adesiva o di un tag. Inoltre, la durabilità di detta etichetta dovrebbe resistere a condizioni ambientali che superano i limiti di un’etichetta di merce. Gli esempi includono:

  • Istruzioni dettagliate su come utilizzare l’unità flash
  • Informazioni sulla versione del software o del firmware (più lunghe dello spazio per etichette adesive)
  • Informazioni sulla conformità medica sui contenuti
  • Tracciamento dell’audit di proprietà/possesso (più lungo dello spazio per etichette adesive)

Dagli esempi sopra, la domanda diventa:

Quale etichetta per unità flash può essere utilizzata dall’aspetto professionale pur avendo la durata e lo spazio necessari per stampare le informazioni richieste?

La migliore etichetta per unità flash che abbiamo trovato è l’etichetta in plastica delle dimensioni di una carta di credito offerta da Nexcopy.

La CC USB Label è un prodotto in plastica PVC bianca che misura 85 mm di larghezza per 54 mm di altezza e 0,75 mm di spessore con un peso totale di 4 grammi. L’etichetta CC USB è stampabile su entrambi i lati e include un cordino per il collegamento a un’unità flash USB.

L’etichetta USB CC accetta la stampa a colori e con uno sfondo bianco, ogni colore è vibrante e offre un ottimo contrasto per consentire agli utenti di leggere facilmente le informazioni stampate. Utilizzando una stampante a eco-solvente, l’inchiostro è permanente e resistente all’acqua. Le informazioni stampate dureranno in varie condizioni meteorologiche e ambientali.

Nexcopy offre la sua stampante LOGO-EZ eco-solvente per la produzione interna. Nexcopy offre anche servizi di stampa per coloro che non vogliono investire in una stampante piana a eco-solvente.

Le dimensioni della carta di credito e la leggerezza della carta la rendono un complemento perfetto per l’etichetta di un’unità flash. Grazie alla capacità di stampa fronte/retro, un’azienda ha molto spazio per stampare le informazioni richieste per il proprio prodotto.

Dall’immagine qui sotto, si può vedere che l’etichetta dell’unità flash è l’ideale per i codici a barre stampati da scansionare durante l’evasione, la spedizione e la ricezione del prodotto. La stampa di un’immagine più precisa come un codice QR potrebbe migliorare l’esperienza dell’utente, ad esempio semplificando il processo di registrazione del prodotto o una pagina di destinazione diretta per un video di istruzioni per le istruzioni sul prodotto.

flash drive label

Il materiale PVC in plastica è ideale per stampare loghi a colori ed evidenziare specifici informazione. Avere la flessibilità per la stampa a colori si presta a enfatizzare alcune informazioni che il produttore desidera che l’utente finale noti.

Inoltre, l’etichetta USB CC consente al marchio personalizzato di soddisfare i requisiti del reparto marketing per garantire la conformità del marchio: rimanere bloccati con etichette adesive stampate solo in nero o etichette di merchandising diminuisce il valore complessivo percepito del prodotto e potrebbe diminuire non conforme alle linee guida di marketing di un’azienda.

Sebbene alcune di queste informazioni sembrino eccessive per l’etichetta di un’unità flash, tieni presente che questa soluzione è progettata per un’azienda o un professionista a cui potrebbe essere richiesto di fornire etichette molto dettagliate per il prodotto a cui è associata l’unità flash.< /p>

Leggi Tutto

Come copiare e proteggere la foto digitale su un’unità flash USB

Voglio proteggere dalla copia una foto digitale su un’unità flash USB. La risposta non era così ovvia come speravo, ma l’ho trovata.

Di seguito è riportato il processo che ho utilizzato per ottenere ciò di cui avevo bisogno.

La prima cosa che voglio sottolineare è che voglio proteggere una copia digitale di una foto piuttosto che una copia fisica di una foto.

Quindi, come impedire che una foto digitale venga copiata da un’unità flash USB è una domanda difficile a cui rispondere. Il mio primo pensiero è sul mezzo che intendo utilizzare per inviare una foto digitale a qualcuno.

  • Offro un link per il download?
  • Mando loro una copia digitale su un dispositivo di archiviazione come un disco rigido portatile o un’unità flash USB?
  • Fornisco loro un collegamento web per visualizzare il file da un server ospitato?

Più ho considerato un metodo di consegna, più domande avrei avuto.

Il mio primo pensiero è stato quello di ospitare la foto su una pagina web privata. Solo gli utenti con accesso alla pagina possono visualizzare la foto.

Non funzionerà. Mi sono reso conto che una volta che lo spettatore è sulla pagina e visualizza la foto, può salvarla o catturarla sullo schermo. Dopodiché, potevano condividere la foto digitale con chi volevano. Non c’è molta protezione qui.

Il mio pensiero successivo è stato quello di inserire la foto digitale in un file zip protetto da password. Questa è una buona idea. La foto può essere visualizzata solo da qualcuno che conosce la password.

Oh aspetta, neanche quello funziona. Finisco con lo stesso problema della pagina Web ospitata. Una volta effettuato l’accesso al file, l’utente può fare tutto ciò che vuole.

Quindi mi viene in mente… Continuo a tornare a una soluzione di crittografia anziché a una soluzione di protezione dalla copia. La crittografia è utile perché solo chi ha la password corretta può accedere alla foto; tuttavia, non è lo stesso del mio obiettivo finale, che è proteggere dalla copia una foto digitale e impedirne la copia.

Immagino che tu possa dire che la crittografia è un modo per mantenere le persone oneste… beh, oneste.

Ho bisogno di un modo per proteggere la mia foto indipendentemente dall’intento del destinatario. Mi sono reso conto che avevo bisogno di una soluzione in cui tutti potessero vedere la foto ma nessuno potesse farci nulla. È anche possibile trovare una soluzione del genere?

Quando stavo parlando con un vicino che è un tipo informatico, ha menzionato un concetto di cui avevo sentito parlare prima ma che non si applicava al mio modo di pensare. Piuttosto che un metodo digitale per inviare la foto, ha proposto un tipo di dongle fisico che conteneva la foto. Ha spiegato che senza il dispositivo fisico, visualizzare la foto è impossibile.

La lampadina si è accesa!

Leggi Tutto