GetUSB.info Logo

Espelli l’unità flash USB dal prompt dei comandi di Windows (qualsiasi versione)

Microsoft non fornisce modi per espellere le unità flash USB con un solo clic o automaticamente. Universal Serial Bus (USB) è il metodo n. 1 per espandere l’archiviazione in Windows, tuttavia Microsoft rende l’espulsione di un dispositivo di archiviazione un processo così manuale! Frustrante per molti, come te, perché sei qui. {occhiolino}

Oggi tratteremo come espellere un’unità flash USB in Windows nel prompt dei comandi. Inoltre, questo articolo fornisce anche un modo software per espellere un’unità flash USB con il solo clic di un pulsante. Sì, è vero, un solo clic!

Cominciamo spiegando come espellere un’unità USB utilizzando il prompt dei comandi.

Come menzionato sopra, Microsoft non lo rende facile. L’utente deve entrare in DiskPart, elencare i volumi (unità) collegati, selezionare il volume specifico (unità) quindi espellere digitando “release”.

I comandi di cui sopra possono essere eseguiti tramite il prompt dei comandi, ma onestamente è una seccatura perché tutto ciò che riguarda la digitazione e la selezione manuale del dispositivo. Questo processo deve essere automatizzato. {suggerimento}

Se stai leggendo questo articolo, vuoi rendere le cose veloci, facili e semplici.

Nexcopy risolto questo problema con un’utilità gratuita che non richiede installazione, non richiede diritti di amministratore e non richiede di selezionare l’unità. Lo strumento è ultra veloce e ultra facile. Inoltre, chiunque può raggruppare il file exe gratuito nel proprio software per automatizzare il processo.

Lo strumento software gratuito si chiama Pulsante di espulsione USB

Ecco il link per il download per espellere le unità flash USB da Prompt dei comandi di Windows

Di seguito è riportato il prompt dei comandi che utilizza una singola parola per espellere un’unità flash USB. Il comando è “rilascia”

Leggi Tutto

Quattro chiavette USB crittografate Amazon non ti venderà

unità flash crittografata

“Crittografia” è un termine usato in modo troppo generico per descrivere la sicurezza. Un buon esempio è il termine “unità flash crittografata”. Questa frase significa cose diverse per persone diverse. Alcuni interpretano un’unità flash crittografata come un’unità flash che richiede l’inserimento di una password prima che i file possano essere visualizzati. Alcuni interpretano questa frase come un’unità flash di sola lettura, in cui i file non possono essere eliminati dall’unità. Altri credono che la frase sia correlata alla protezione dalla copia, in modo tale che un file sull’unità non possa essere copiato o duplicato.

La verità è che il termine “crittografia” si applica un po’ a ciascuno di essi, solo in un metodo diverso su come la crittografia viene applicata al prodotto.

In termini molto semplici: “Encryption” è il processo di codifica delle informazioni.

Ecco quattro esempi di crittografia dell’unità flash USB delle informazioni di codifica per motivi di sicurezza in cui i prodotti non possono essere trovati su Amazon.

Crittografia dati USB

L’associazione più comune con la crittografia è quella di una password. Con la crittografia dei dati USB i file su un’unità flash sono protetti fino a quando non viene inserita la password corretta. Un algoritmo viene applicato ai file per mescolare e codificare le copie binarie in modo che tutto sia illeggibile. Tuttavia, quando viene inserita la password corretta, la parte binaria dei file viene riorganizzata per visualizzare il file come previsto, come se il file non fosse crittografato.

L’unità flash Crittografia dati USB in questo post del blog è una soluzione in cui i file crittografati verranno decrittografati e visualizzati su un computer Mac o Windows. Questa è una soluzione unica perché la maggior parte dei prodotti di crittografia, come “BitLocker” di Windows, è una soluzione di crittografia dipendente dal sistema operativo. Oltre alla decrittazione che funziona su un computer Mac o Windows, anche l’unità flash USB è protetta da scrittura. Significa che l’USB è di sola lettura. Il vantaggio di questa funzionalità aggiuntiva è che anche dopo aver inserito la password corretta e i file diventano leggibili, l’unità flash ha ancora una sicurezza in cui i file non possono essere eliminati o formattati dall’unità.

Le unità flash crittografate che trovi su Amazon non dispongono di protezione da scrittura e non vengono decrittografate sia nei computer Mac che nei computer Windows.

Ecco il Crittografia dati USB collegamento al prodotto.

Nota: chiunque inserisca la password corretta può fare ciò che vuole con i file come stampare, salvare, trasmettere in streaming, condividere, acquisire schermate, ecc.

Protezione da copia USB

Un altro uso improprio comune del termine crittografia è quando tale termine viene applicato alla protezione dalla copia. Come accennato in precedenza con la definizione di crittografia, la codifica delle informazioni, la protezione contro la copia USB codifica le informazioni, ma non è richiesta una password per visualizzare il file.

La grande differenza tra crittografia e protezione dalla copia è con la crittografia, una volta che l’utente immette la password corretta, l’utente può fare tutto ciò che vuole con il file, come stampare, salvare, trasmettere in streaming, condividere, catturare lo schermo, ecc. Tuttavia, con protezione dalla copia la filosofia è al contrario… l’idea è che chiunque possa vedere il file, ma non si può fare nulla con il file. Può essere solo visualizzato, nient’altro.

Un buon esempio di protezione dalla copia potrebbe essere un insegnante che crea un prezioso file video o PDF e lo vende come parte del curriculum della classe. Utilizzando la protezione dalla copia, l’insegnante è garantito che il contenuto non sarà duplicato illegalmente da uno studente e condiviso con la classe di riposo. Non esiste una password associata ai file, perché una password non interrompe la duplicazione del contenuto, lo farà solo la protezione dalla copia.

In altre parole, l’unità flash USB diventa un dongle fisico per ogni copia dei file digitali. Senza l’unità flash, il contenuto protetto dalla copia non verrà riprodotto.

I prodotti di protezione dalla copia USB sono un’altra categoria di unità flash crittografate che non troverai su Amazon.

Ecco la Protezione da copia USB collegamento al prodotto.

Leggi Tutto

Unità flash USB del sistema di controllo industriale progettata per la sicurezza ICS

Unità flash USB del sistema di controllo industriale progettata per la sicurezza ICS

La quarta rivoluzione industriale o “Industria 4.0” è un termine usato per classificare la tendenza odierna con i sistemi di controllo industriale (ICS) e il modo in cui queste macchine interagiscono tra loro e con gli esseri umani.

La quarta era dell'”industria” combina hardware, software e biologia e sottolinea i progressi nella comunicazione e nella connettività. Quando si usa il termine IoT (Internet of Things), questo è il tipo di esempio che si applica. Le unità flash USB del sistema di controllo industriale progettate per la sicurezza ICS sono fondamentali per i sistemi industriali e per il modo in cui sono controllate dai loro proprietari. La chiave quando un’unità flash USB viene introdotta in un sistema di controllo è la sicurezza. Senza sicurezza, si potrebbe perdere il controllo del sistema industriale e, infine, introdurre rischi in una popolazione o in una regione.

Prima di esaminare più da vicino l’Industria 4.0 e l’archiviazione dei dati, forniamo un breve riassunto delle prime tre fasi della rivoluzione industriale.

Prima rivoluzione industriale

La prima rivoluzione industriale è stata contrassegnata dal passaggio dai metodi di produzione manuale alle macchine attraverso l’uso della forza del vapore e dell’acqua. L’integrazione di queste nuove tecnologie ha richiesto molto tempo e abbraccia un periodo compreso tra il 1760 e il 1840 per l’Europa e gli Stati Uniti. La prima fase ha avuto il maggiore impatto sui canali industriali virtuali come la produzione tessile, la produzione di ferro, l’agricoltura e l’estrazione mineraria (in generale).

Seconda rivoluzione industriale

La seconda rivoluzione industriale, nota anche come rivoluzione tecnologica, è il periodo compreso tra

Leggi Tutto

Tieni l’unità flash USB nella custodia del DVD – Soluzione brillante – Economica

Tieni l’unità flash USB nella custodia del DVD

Questa è una soluzione geniale che dopo aver visto il video dirai: “questo sarebbe dovuto uscire anni fa!”

Questo è il modo meno costoso, ma più sicuro, per contenere un’unità flash USB in una custodia per DVD.

L’era di CD e DVD sta volgendo al termine e le unità flash USB stanno prendendo il suo posto. Eppure molti impianti di duplicazione di CD e DVD hanno scaffali e scaffali di custodie per DVD di cui hanno bisogno per fare buon uso. Questa scheda DVD-to-USB-Insert è la soluzione rapida, facile ed economica. L’inserto consente agli utenti di mantenere invariate la custodia del DVD e la relativa grafica della custodia, ma ora protegge un’unità flash USB all’interno della custodia del DVD, anziché un disco ottico.

Molte aziende apprezzano la custodia per DVD perché la custodia per DVD è un’ottima scatola di immagazzinaggio. La custodia è di buone dimensioni con una spessa rotazione per stampare il contenuto della custodia del DVD.

Continua questa stessa metodologia di “libreria” con la scheda DVD-to-USB-Insert.

Nel caso in cui non riesci a vedere o non hai visto, il video pubblicato sopra la soluzione conterrà due unità flash USB in una custodia per DVD. L’inserto da DVD a USB è una plastica trasparente spessa 0,65 mm che ha lo stesso diametro di un DVD. Tuttavia, la plastica trasparente ha due rettangoli che sono invertiti per contenere unità flash USB di qualsiasi dimensione. Questa soluzione si adatta a due unità flash USB in una singola custodia per DVD. I due rettangoli hanno le stesse dimensioni e, come detto, si adattano a quasi tutte le chiavette USB con una dimensione di 3″ di lunghezza per 3/4″ di larghezza e una profondità di 3/8″ (per voi persone metriche, ovvero 76 mm di lunghezza , 21 mm di larghezza e 9,5 mm di profondità).

La plastica trasparente ha un foro al centro delle stesse dimensioni di un disco DVD e si inserisce nel “supporto” della custodia del DVD. Utilizzando qualsiasi custodia per DVD sul mercato puoi facilmente contenere un’unità flash USB all’interno di una custodia per DVD. Il video mostra quanto è sicura l’unità flash USB quando è all’interno della custodia del DVD. L’unità flash non cadrà durante la spedizione o il trasporto.

Per essere chiari, l’inserto da DVD a USB è solo la plastica trasparente che contiene l’unità flash USB utilizzando il capezzolo a scatto che tiene il DVD. La custodia del DVD in sé non viene venduta con questa soluzione perché si presume che tu (l’utente) abbia già scorte o scorte della custodia del DVD stessa.

Questa soluzione per contenere un’unità flash USB in una custodia per DVD non viola alcun brevetto di altri produttori che utilizzano soluzioni alternative per proteggere un’unità flash all’interno di una custodia di tipo DVD.

Per favore contatta USB Copier per maggiori dettagli. Questa è una società di servizi di duplicazione USB.

Fonte: sito inglese GetUSB.info per Tieni l’unità flash USB nella custodia del DVD Leggi Tutto

Vaccinati dal ransomware — Gratuitamente

Sappiamo tutti cos’è il ransomware. Un tipo di malware che minaccia di pubblicare i dati della vittima o di bloccare continuamente l’accesso ai dati fino a quando non viene pagato un riscatto. In particolare, il ransomware crittografa i dati degli utenti e solo dopo il pagamento del riscatto verrà fornito un codice chiave per liberare i file.

Una soluzione per evitare di pagare un riscatto è ripristinare i dati del computer da un backup recente. Se un’azienda configura il proprio software di backup per eseguire un backup ogni notte, questa è un’ottima soluzione per ripristinare i dati originali.

Tuttavia, una soluzione più semplice per evitare un attacco ransomware è creare un PC amichevole. Un PC “amichevole” significa che il ransomware identificherà il computer come un sistema che non dovrebbe infettare. Per creare un PC intuitivo utilizza la funzionalità della lingua di Windows e installa la tastiera russa. Quando questo è fatto (praticamente tutto il software ransomware) identificherà il computer come un sistema amichevole e non lo infetterà.

Questa funzionalità della lingua è disponibile in Windows 10 e 10 Pro. Non crediamo che l’opzione della lingua sia disponibile per Windows 10 Home Edition.

Ulteriori informazioni sul ransomware da Wikipedia .

Leggi Tutto

Risolto: impossibile montare il file IMG in Windows 10

La prima cosa da capire è che i file di immagine sono un affare complicato. Ci sono molte informazioni e funzionalità incrociate tra i tipi di estensione dei file immagine: è facile confondersi!

Non sorprenderti se non riesci a montare un file .img in Windows 10 con l’utilità predefinita: è un problema comune e questo articolo ti aiuterà.

Utilità di montaggio dell'immagine di Windows

Windows, il file immagine del disco è corrotto

È importante capire che non tutti i file di immagine sono uguali. Diamine, non tutti i file .img sono uguali. Alcune nozioni di base: per il termine “file immagine” in genere si vedono file .img ed estensioni di file .iso e hanno funzionalità simili e concettualmente raggiungono lo stesso obiettivo. L’obiettivo è che un file immagine contenga il contenuto digitale, in un unico file, di un file system e di un suo insieme di dati. Se quella frase è fonte di confusione, allora forse pensa a un file immagine in questo modo: un file zip (ma senza compressione).

Un sommario molto veloce che spiega la differenza tra i file immagine .img e .iso. Un disco ottico che contiene i dati è configurato in modo diverso dallo spazio di archiviazione del disco rigido. Il disco ottico ha i dati scritti in una configurazione lineare ed è una copia binaria digitale dello standard ISO 9660 o dello standard UDF derivato. L’estensione del file ISO è un singolo file che contiene tutte le informazioni digitali appena descritte.

Un file .img è una copia digitale del contenuto di un disco rigido o di un’unità flash. Tecnicamente puoi anche avere un .img di un CD o DVD, ma la maggior parte dovrebbe associare l’immagine di un disco come ISO. Un file .img è un’immagine disco che inizia con un settore FAT che viene utilizzato per identificare il file system ei file contenuti all’interno del file immagine. Il file immagine di un disco (ISO) inizia con un file descrittore che descrive il layout del disco.

L’ultima frase è importante:

Leggi Tutto

Copia Proteggi i file PDF su un’unità flash USB

Questo articolo descriverà la protezione dalla copia PDF e le opzioni disponibili. Un paio di cose che vale la pena menzionare prima di entrare nei dettagli:

  • La crittografia è diversa dalla protezione dalla copia. La crittografia è una soluzione tecnologica in cui il proprietario del PDF assegna una password al documento e dopo che l’utente ha inserito tale password, l’utente può fare tutto ciò che vuole con il file. Stampa, condivisione, cattura dello schermo, ecc. L’idea per la crittografia è che il documento non è raggiungibile finché non viene inserita una password.
  • La protezione dalla copia non utilizza una password e chiunque può vedere il file. Però; il file non può essere copiato, stampato, condiviso o catturato schermo. L’idea alla base della protezione dalla copia è che il PDF venga visualizzato da chiunque, ma non si può fare nulla con il file. Quando le persone cercano la protezione dalla copia PDF, questa è la soluzione più probabilmente ricercata.

PDF o Documento Portabile Il formato è uno standard aperto. Ciò significa che il formato del documento è stato progettato per essere utilizzato praticamente in qualsiasi programma di lettura di documenti. L’obiettivo della specifica PDF era rendere il formato il più universale possibile. Per questo motivo è un po’ più difficile di quanto si possa pensare proteggere dalla copia un file PDF.

Windows è preinstallato con Adobe Reader. Inoltre, Windows ha incorporato il codice API Adobe per leggere i file PDF. Anche se Adobe Reader non è stato installato sul tuo computer o è stato disinstallato, il codice sottostante è ancora lì per aprire un PDF. Oltre ad Adobe Reader (il lettore PDF n. 1 sul mercato) ci sono dozzine di programmi di lettura PDF aggiuntivi. Ancora una volta, l’obiettivo per tutti questi lettori è aprire e leggere un file di documento portatile.

Le soluzioni di protezione dalla copia di Adobe sono molto note per essere violate. Se cerchi su Google “Adobe copy protection crack” troverai pagine di modi in cui le funzionalità di sicurezza di Adobe sono state compromesse. Qui e qui sono due esempi di risultati di ricerca di Google con pagine web dedicate all’hacking.

Il problema fondamentale con la protezione dalla copia è la mancanza di controlli durante la visualizzazione di un PDF. Ciò significa che un proprietario del contenuto PDF (tu) non ha il controllo su Adobe Reader o altri programmi per impedire all’utente (il tuo cliente/cliente/studente) di stampare, acquisire schermate, condividere e salvare.

L’idea alla base di una soluzione di protezione dalla copia PDF è un framework in cui il PDF può essere aperto e visualizzato, mentre tu (il proprietario del contenuto) mantieni il controllo del documento.

Ovviamente Adobe Reader, FoxIt Reader e altri non forniranno gli strumenti per impedire a un utente di stampare o salvare dal proprio programma. Al contrario, abbiamo bisogno di un “lettore” o “visualizzatore” con controlli per bloccare queste funzioni.

Tenendo presente questo, è difficile fornire a un lettore queste funzioni di sicurezza. La maggior parte degli utenti che ricevono un PDF non desidera scaricare e installare un altro programma solo per leggere un file PDF. La semplicità e la bellezza di un PDF si perdono in quel processo. Il PDF non è più un formato di documento portatile. Inoltre, un programma software che può essere scaricato per visualizzare un PDF può essere scaricato anche da un hacker per il reverse engineering. Ci deve essere qualcosa di più di un semplice lettore/visualizzatore sicuro per controllare il PDF.

Il modo più sicuro per proteggere dalla copia un file PDF è associarlo a qualcosa di fisico. Esistono alcune soluzioni (solo) software, ma non sono sicure come una soluzione con qualcosa di fisico.

Leggi Tutto

Procedura: aggiungere un’unità flash USB a Roku TV Ottenere le funzionalità di pausa e riavvolgimento

Non è difficile ottenere alcune funzionalità premium da Roku TV come mettere in pausa e riavvolgere semplicemente aggiungendo un’unità flash USB alla tua configurazione

Dovrai configurare Roku TV e l’unità flash per lavorare insieme, ma non è difficile da fare.

Per avvicinarsi ai 90 minuti di pausa o riavvolgimento, ti consigliamo di utilizzare un’unità flash da 16 GB o più grande. Quindi, probabilmente non vale la pena usare qualcosa di piccolo come un’unità USB da 2 GB o 4 GB.

L’altro avvertimento è che la funzione di pausa è disponibile solo sull’ingresso della TV in diretta, limitandoti a qualsiasi cosa stia arrivando tramite l’antenna o la connessione via cavo.

Quindi se quanto sopra sembra qualcosa che vale la pena provare, lascia che ti mostriamo la strada:

Di cosa hai bisogno:

  • Roku Smart TV (non il dongle o la scatola). Detto in un altro modo, una Smart TV con l’app Roku.
  • Ingresso TV in diretta (di solito antenna o cavo)
  • Telecomando TV Roku (standard con acquisto Roku)
  • Un’unità flash da 16 GB o più. Può essere USB 2.0 o USB 3.0

Una volta selezionata l’unità flash, assicurati che non ci sia nulla sulla chiavetta USB. Questo processo formatterà l’unità e rimuoverà tutti i file presenti sull’unità.

Per iniziare

Trova una porta USB sulla tua Smart TV. Qualsiasi porta funzionerà. Questi si trovano sul retro della tua Smart TV. Collega l’unità flash a una porta USB.

Vai alla schermata principale di Roku e sposta il cursore fino a evidenziare l’opzione LIVE TV. Questa sarà una tessera nella schermata principale.

Non fare clic su LIVE TV, ma accedi al menu Opzioni di Roku. Puoi fare clic sul pulsante Gear sul telecomando Roku oppure puoi premere il pulsante Home sul telecomando cinque volte.

telecomando tv roku con ingranaggio, impostazione, pulsante

Leggi Tutto

La recensione del duplicatore USB mette in evidenza i punti di forza

I duplicatori ottici di CD e DVD sono popolari da anni; tuttavia, con l’unità disco non più venduta nei computer, l’unico dispositivo rimasto per spostare i file sono le unità flash USB – beh, almeno il dispositivo più comune. Con questo in mente, diamo un’occhiata a un duplicatore di unità flash USB e volevamo e forniamo osservazioni.

Qual ??è la velocità di masterizzazione di un DVD rispetto alla copia su un’unità flash USB? Con un masterizzatore DVD 16X ci vorranno circa 6-7 minuti per masterizzare un intero disco, ovvero 4,7 GB. Un duplicatore DVD di dimensioni comuni è un sistema a sette unità, il che significa 7 copie ogni 7 minuti. Tuttavia, le dimensioni dei file di oggi stanno diventando più grandi e un carico di dati può facilmente superare i 5 GB. Un DVD dual layer è di 8,5 GB e impiegherebbe circa 27 minuti.

Il duplicatore USB in questa recensione è un duplicatore USB 3.0 da sixtenn target prodotto da Nexcopy. Questo modello è stato selezionato perché era il più popolare nei risultati di ricerca e, onestamente, sembra il migliore per un ufficio. Questo sistema produrrà sedici copie a 1 GB in meno di un minuto; che si traduce in 16 copie in meno di cinque minuti. Il DVD dual-layer di cui sopra sarebbe di 9 minuti per fare 16 copie. Chiaramente un duplicatore USB è più efficiente di un duplicatore DVD.

PANORAMICA

Il modello di Nexcopy nella recensione di oggi è l’USB160PC. Questa è una soluzione software e hardware basata su computer Windows che funziona su Windows 7 o Windows 10. Le velocità di copia sono le stesse dei sistemi autonomi designati. Di seguito è riportata un’immagine del sistema basato su PC e del sistema autonomo, entrambi con la stessa numerazione delle porte (16).

Duplicatore USB Nexcopy

USB160PC utilizza un software e fornisce sei modalità di copia che un’azienda può scegliere quale metodo di copia è il migliore per le proprie esigenze. Le modalità di copia sono:

  • Copia file
  • Copia Aggiungi
  • Copia dispositivo – Solo dati
  • Copia dispositivo – Supporto completo
  • Copia IMG
  • Streaming di dati unico

Tratteremo le modalità di copia un po’ più avanti nella recensione.

Il software Drive Manager di Nexcopy ha una funzione di estrazione dei dati che offre all’utente la possibilità di estrarre i dati dall’unità ed eseguire un dump dei dati in una posizione sul PC host.

Il duplicatore USB basato su PC è veloce e flessibile con cui lavorare e fornisce un eccellente feedback dell’utente durante il processo di duplicazione. La GUI (Graphical User Interface) collega le informazioni ovvie come la dimensione totale dell’unità flash USB, i byte utilizzati, la percentuale eseguita durante la duplicazione e la risposta pass/fail. Nexcopy utilizza il proprio software Drive Manager (marchio registrato) e fornisce supporto software e aggiornamenti gratuiti a vita.

La GUI fa un ottimo lavoro nell’identificare il dispositivo USB mostrato nel software con la presa USB sul duplicatore. Questo è un problema con qualsiasi sistema di duplicazione sviluppato in casa, come il collegamento di unità flash a un hub USB: l’unico modo per identificare un’unità è scollegarlo finché non si trova quello in questione. USB160PC ti offre gli strumenti per identificare rapidamente ogni unità USB collegata.

software di gestione unità di nexcopy

Le informazioni bonus di Drive Manager sono la seconda scheda della GUI. Questa pagina mostra il numero di serie del dispositivo, il VID (ID fornitore), il PID (ID prodotto) e le informazioni sul descrittore del dispositivo. I tecnici apprezzeranno questa funzione.

HARDWARE

Per questa recensione del duplicatore USB abbiamo pesato la scatola del duplicatore ed è arrivata a poco meno di 5 libbre – così portatile! Due LED per feedback insieme al software GUI. Il LED blu mostra l’alimentazione alla presa e il LED verde mostra l’attività del dispositivo (lampeggia durante la lettura o la scrittura dei dati). La GUI fornirà il feedback sulle prestazioni e lo stato del lavoro e del processo di copia. L’alimentatore rileva automaticamente e funzionerà automaticamente in un ambiente a 110 V o 230 V, non è necessario effettuare un interruttore di impostazione dell’alimentazione manuale con la scatola fisica. Il duplicatore USB ha una ventola da 5 V sul lato posteriore per fornire il flusso d’aria per il raffreddamento; anche se non abbiamo riscontrato alcun calore durante i test e il funzionamento.

L’alimentatore all’interno è un blocco di alimentazione del marchio MeanWell da 150 watt, che è un marchio utilizzato dalle aziende mediche, quindi l’alimentazione non sarà mai un problema. Ciò significa anche che l’alimentatore da 150 watt può supportare 16 dischi rigidi USB.

copiatrice usb di nexcopy

Leggi Tutto

La differenza tra splitter USB e hub USB

GetUSB.info ricerca ogni giorno prodotti USB da ogni angolo di Internet. Sebbene non pubblichiamo su questi reperti ogni giorno, la ricerca continua con un filtro orientato a portare valore ai nostri visitatori.

Nelle ultime sei settimane abbiamo notato un aumento del numero di prodotti elencati come splitter USB e vale la pena pubblicare una spiegazione su cosa sia o potrebbe essere uno splitter USB.

Uno splitter USB non divide il segnale USB. L’uso più comune del termine “splitter” è uno splitter telefonico per un segnale analogico . Ciò significa che puoi prendere una singola linea telefonica e utilizzare uno splitter per ottenere lo stesso segnale analogico su due telefoni, contemporaneamente. Uno splitter USB non è affatto questo.

Uno splitter USB dovrebbe davvero essere definito un hub USB. Un hub USB è composto da una porta upstream e più porte downstream. La porta a monte è il segnale che arriva all’hub, le porte a valle sono le porte disponibili per ottenere tali informazioni. La parola chiave qui è “disponibile per ottenere” perché non tutte le porte sono ugualmente disponibili per ricevere lo stesso segnale a monte, contemporaneamente.

Ad esempio, se l’audio viene riprodotto dal PC a un altoparlante USB, un hub non suddividerà automaticamente il segnale audio su più altoparlanti USB collegati a tale hub. Lo stesso vale per video e dati. Non è possibile suddividere automaticamente i segnali USB su più dispositivi.

Chiamare un hub USB uno splitter USB è una scelta molto scarsa di parole. In effetti, la considereremmo una bandiera rossa per non aver acquistato un prodotto da un fornitore che utilizza un termine simile per descrivere un hub USB.

C’è un cavo USB-Y che è l’elemento più vicino che potrebbe essere considerato uno splitter. Un cavo USB-Y ha due connettori dalla porta upstream a una singola porta downstream; tuttavia, entrambe le porte upstream non trasmettono dati. Un connettore trasmette i dati e l’alimentazione e il secondo connettore trasmette solo l’alimentazione. Ad esempio, è molto comune ottenere un disco rigido esterno (un’unità disco, non a stato solido) fornito con un cavo USB-Y. Questa configurazione è progettata per ottenere la massima potenza dall’host (il tuo PC) utilizzando due connessioni e inviare quanta più potenza possibile al dispositivo, il disco rigido esterno.

Guardando l’immagine sopra, l’idea sarebbe quella di collegare due cavi USB A a due porte USB sul computer host e il singolo connettore USB-A al dispositivo. Questa configurazione fornirà alimentazione aggiuntiva al dispositivo periferico USB.

Leggi Tutto