GetUSB.info Logo

Presa di succo USB – Un colpo lungo totale?

“USB juice jacking” tenderà a Twitter presto? Probabilmente no. Dovresti essere paranoico sulla presa USB del succo? Probabilmente no.

Che cos’è comunque il jack di spremuta USB?

L’idea è che qualcuno, un hacker, stia cercando di rubare i tuoi dati mentre ti stai caricando o di “ottenere succo” da una porta USB pubblica.

Sì, tecnicamente può succedere, quindi non lasciarti ingannare. Ma potrebbe davvero succedere? Probabilmente no, quindi non sembrare sciocco.

Scendendo alle chiacchiere di ottone su come ciò potrebbe accadere, cosa dovrebbe fare un hacker per farlo?

Innanzitutto, dovrebbero stabilire una connessione, WiFi o Bluetooth. Questa connessione trasmetterebbe i tuoi dati preziosi all’hacker. Per fare ciò, l’hacker ha bisogno di una sorta di dispositivo che contiene quel chip di comunicazione. Quel chip dovrebbe trovarsi dietro la porta USB nella stringa di comunicazione. Anche questo “dispositivo” avrebbe bisogno di energia.

Dato quanto sopra, una rapida osservazione della porta USB che stai pianificando di usare, ti dirà tutto ciò che devi sapere. Quindi, in pratica, se vedi un grosso blocco con una porta USB, non collegare il dispositivo. Se si tratta di una porta USB montata a parete, le possibilità sono ultra-sottili e c’è una tecnologia dietro il cartello che ruba i tuoi dati.

Quindi prendi ad esempio le sedie degli aeroporti e le stazioni di ricarica; poiché questo è il posto più commentato che un sito web dà per lo “spavento”. Non verrai hackerato usando queste porte. Innanzitutto, gli aeroporti sono aree ad alta sicurezza e tali stazioni di ricarica sono monitorate. In secondo luogo, le telecamere di sicurezza risponderanno a qualcuno che cerca di manomettere una stazione di ricarica o una porta USB sulla sedia. In terzo luogo, le persone nel terminal hanno bisogno di una carta d’imbarco per raggiungere quei punti, quindi la loro identità è già nota se si presenta qualcosa di sospetto.

Ora, se stiamo parlando di una caffetteria, assicurati

Leggi Tutto

La chiavetta USB non riceve una lettera di unità: soluzione

Hai collegato un’unità flash USB, hai sentito il familiare suono di connessione di Windows, ma non viene visualizzata alcuna lettera di unità. Quindi vai su Gestione disco per Windows e puoi vedere il dispositivo e la memoria, ma nessuna lettera di unità.

Cosa dovresti fare?

Chiave USB nel computer

La maggior parte delle volte questo processo è automatico e Windows assegnerà una lettera di unità a qualsiasi dispositivo di archiviazione collegato al PC, sia esso una chiavetta USB o un disco rigido USB o qualsiasi altro dispositivo di archiviazione di massa.

Tuttavia; nel caso in cui non venga assegnata una lettera di unità, esiste un modo molto rapido per ripristinare il corretto funzionamento del computer.

  1. Apri il prompt dei comandi come amministratore (cerca CMD e fai clic con il pulsante destro del mouse per aprire come amministratore)
  2. Digita “diskpart” e premi Invio .
  3. Una volta nel DISKPART digitare automount enable e fare clic su Invio .
  4. Diskpart chiave USB

    Se quanto sopra non risolve il problema, potrebbe esserci un altro problema. Forse alcune voci di registro in conflitto provenienti da precedenti dispositivi USB collegati al PC e per questo motivo l’automount è stato disabilitato o non funzionava più correttamente.

    Nexcopy ha uno strumento di pulizia del registro progettato appositamente per i dispositivi USB collegati al tuo computer. Questa utility è un file exe che non richiede installazione e non ha spyware, malware o altro. È di un’azienda che potresti

Leggi Tutto

È possibile utilizzare solo 1 unità USB, le altre vengono ignorate

Il motivo più comune per cui è possibile utilizzare solo un’unità flash quando sono collegate più USB è dovuto a una collisione della firma del dispositivo .

Se hai a che fare con dispositivi di avvio e vedi questo problema, siamo sicuri che il problema sia una collisione. Se non hai a che fare con un dispositivo avviabile, probabilmente le nostre informazioni di seguito non aiuteranno.

 Schizzo disco rigido USB

Che cos’è una collisione della firma USB?

Può verificarsi una collisione della firma su qualsiasi dispositivo avviabile, quindi schede Compact Flash, schede SD, schede microSD e unità flash USB. Una firma del disco è un numero identificativo univoco (UID). È un identificatore univoco memorizzato come parte dell’MBR (Master Boot Record) per un sistema operativo caricato sul dispositivo. Il sistema operativo utilizzerà l’UID per identificare e distinguere i dispositivi di archiviazione. È comunemente composto da otto caratteri alfanumerici. Una collisione del disco si verifica quando il sistema operativo (Windows) rileva che esistono due dischi con firme identiche.

Per Windows 7, 8, 8.1 e 10, queste versioni di Windows disabiliteranno la seconda unità e non consentiranno il montaggio di quel secondo volume fino a quando la collisione del disco non sarà stata corretta. Se stai leggendo questo articolo, è probabile che sia esattamente quello che ti sta succedendo.

La prima cosa da fare è accedere allo strumento Gestione disco con in Windows. Per fare ciò, utilizzare lo strumento di ricerca e digitare Gestione disco. Questo ti porterà all’utilità che offre Windows. Qui puoi vedere più dispositivi collegati. Se fai clic o passa con il mouse sopra il dispositivo non funzionante, vedrai uno dei due messaggi:

Leggi Tutto

QuadCore Raspberry Pi 4

Il Raspberry Pi è una raccolta di piccole schede di computer messe insieme in modo semplicistico per creare le basi di un sistema informatico. Il Raspberry Pi (noto anche come RPi) è stato rilasciato nel febbraio del 2012 nel Regno Unito. L’intento originale del RPi era di sviluppare un computer a basso costo e semplicistico che gli studenti potessero apprendere e sviluppare.

Il modello originale è diventato molto più popolare del previsto e ha iniziato a vendere al di fuori del suo mercato di riferimento per usi come la robotica. Non include periferiche (come tastiere e mouse) o persino entrare in una custodia. Letteralmente un prodotto essenziale.

Per darti un’idea della popolarità, i prodotti RPi hanno venduto oltre 19 milioni di unità tra il suo rilascio nel 2012 e la fine dell’anno fiscale 2018. Questo rende il RPi uno dei computer più venduti al mondo, sebbene un computer con risorse limitate. Fino ad ora.

Questa settimana la Raspberry Pi Foundation ha rilasciato il Pi 4. Questo è uno dei migliori prodotti. Dai un’occhiata a queste specifiche:

  • Una CPU ARM Cortex-A72 a 64 bit quad-core a 1.5GHz (prestazioni ~ 3 ×)
  • 1 GB, 2 GB o 4 GB di SDRAM LPDDR4
  • Gigabit Ethernet full-throughput
  • Rete wireless 802.11ac dual band
  • Bluetooth 5.0
  • Due porte USB 3.0 e due porte USB 2.0
  • Supporto per doppio monitor, a risoluzioni fino a 4K
  • Grafica VideoCore VI, che supporta OpenGL ES 3.x
  • Decodifica hardware 4Kp60 del video HEVC
  • Completa compatibilità con i precedenti prodotti Raspberry Pi

    Oltre ai miglioramenti dell’hardware, afferma la Raspberry Pi Foundation

Leggi Tutto

Chromebook Ottiene un dispositivo USBGuard

Chiunque nella tecnologia ha visto i rapporti e le notizie sulle chiavette USB con un virus ha rovinato una rete aziendale o infetto computer. Google ha creato una funzionalità piccola e efficace nei loro ultimi Chromebook.

USBGuard, Chromebook

USBGuard è una funzionalità che blocca l’interazione tra il dispositivo di archiviazione di massa e il sistema operativo Chrome. Il sistema operativo darà energia al dispositivo, ma non consentirà la trasmissione dei dati.

USBGuard blocca questa attività quando il Chromebook è in modalità bloccata. Quando il Chromebook non è in modalità di blocco, l’USB interagirà come previsto come dispositivo di lettura / scrittura.

Leggi Tutto

Come: Partizionare una chiavetta USB in Windows

Utilizzando Windows 10, puoi partizionare un’unità flash USB in più partizioni. Il processo non è difficile, basta seguire alcuni semplici passaggi. Questa esercitazione partiziona l’unità in modo che al dispositivo vengano assegnate più lettere di unità quando sono collegate al computer.

Questo processo di partizione non viene eseguito a livello di controller USB; o detto in un altro modo, fatto a livello hardware. Questo processo di partizione USB, per mancanza di termini migliori, viene eseguito a livello di software. Che cosa significa questo per te? Significa che le partizioni possono essere cancellate dall’unità e che la piena capacità della chiavetta USB può essere ripristinata.

Quando una chiavetta USB viene partizionata a livello di controller o a livello hardware, non è possibile invertire la partizione. L’unità multi-partizione è permanente. Alla fine di questo tutorial è la soluzione per una soluzione di partizione basata su hardware.

Quindi iniziamo.

Come partizionare un’unità flash USB in Windows 10:

Collega l’unità flash USB al tuo computer Windows 10. Accertati che non vi sia nulla di valido sull’USB poiché questo processo rimuoverà tutto il contenuto dall’unità.

Fare clic con il tasto destro sull’icona di Windows e selezionare Gestione disco.

La finestra Gestione disco verrà visualizzata con tutti i dispositivi collegati. Seleziona la tua unità flash USB facendo clic una volta. Selezionando l’unità flash, consentirà a Windows di applicare la partizione a tale dispositivo.

Leggi Tutto

Progetto di raffreddamento di Google Utilizzando DeepMind AI

Un altro giorno, un altro impressionante implementazione di AI da parte di Google. Per combattere il consumo di energia dei data center noto in tutto il mondo, Google è stato utilizzando un sistema di intelligenza artificiale costruito da DeepMind per controllare alcune parti dei suoi data center per una maggiore compatibilità ambientale. Per coloro che non hanno visto il nostro articolo su AlphaGo, un altro progetto DeepMind da Google, ecco un rapido collegamento per il check-out . Anche se DeepMind è famosa per sviluppare la tecnologia IA ed è stato in grado di battere miglior giocatore Vai del mondo, non ha trasformato un profitto per Google. Ancora. larghezza Il sistema DeepMind intelligenza artificiale è stato utilizzato per ridurre il consumo energetico delle unità di raffreddamento nei data center di Google. Questi dispositivi di raffreddamento sono di vitale importanza in quanto evitano il surriscaldamento e finora DeepMind ha ridotto i loro costi energetici fino al 40 per cento. Come? Con la formazione di algoritmi di auto-apprendimento di DeepMind per prevedere modelli di calore orarie. I refrigeratori sono stati quindi in grado di funzionare a intensità più efficaci per mantenere i server sufficientemente freddo. E ‘semplice di un concetto come un meteorologo che ti dice se avrete bisogno di una giacca o una maglietta per evitare disagi temperatura, ma per una macchina per regolare questo in perfetta sincronia con migliaia di altre macchine è una meraviglia assoluta. Utilizzando un sistema di reti neurali che analizzano diversi scenari operativi, DeepMind rende un quadro più efficace per comprendere le dinamiche dei data center. Come affermato da DeepMind Reasearcher Jim Evans, “E ‘tutta una questione di ottimizzazione. Può essere utilizzato nel settore della logistica di approvvigionamento, la logistica di spedizione, e il prezzo dinamico in modo che vedremo AI applicata in molti altri settori.” Google è costantemente in prima linea nello sviluppo di AI e di esplorazione in modo da con il progetto AlphaGo, questo apre una varietà di porte e direzioni. DeepMind e le loro tecniche di apprendimento automatico sarà senza dubbio fare la sua apparizione con i loro progetti entro la fine dell’anno e, come sempre, siamo entusiasti di vedere quale applicazione viene dopo. Leggi Tutto